giovedì 27 ottobre 2011

I parassiti della comunicazione

Viviamo in tempi di massificazione della comunicazione, e dopo decenni di strapotere Mediaset, massificazione significa banalizzazione dei messaggi. Prendi un luogo comune, lo sbatti in prima pagina senza badare se stai stravolgendo la realtà e crei consenso attorno a te. Un esempio è quello che segue:
Una faccia inquietante, sopracciglia folte, barba lunga, naso prominente, la basetta lunga poi... è determinante per identificare il soggetto. Alzi la mano chi non pensa che questa sia la faccia di un meridionale. Ebbene il messaggio più corretto o almeno più rispondente alla realtà sarebbe stato questo:
 E di queste immagini potrei metterne almeno altre 100, avvocati, dentisti, commercialisti... tutta gente rispettabilissima vero? E ora alzi la mano chi non è d'accordo con me. AUGH!!!


9 commenti:

Discepolo ha detto...

La prima cosa da fare è spegnere la tv, meno share, meno soldini, meno mediaset.

Blood Sweat & Tears ha detto...

Vorrei inventare un marchingegno che escluda le reti Mediaset dai nostri televisori...

Compartment C, Car 293 ha detto...

Come non essere d'accordo?...
E non ci sono solo questi di parassiti attaccati alla pelle dell'Italia: della categoria fanno parte anche coloro che non eseguono il lavoro per cui sono pagati dallo Stato (e anche profumatamente). Ma anche questi non sono stati contemplati dallo spot...

Blood Sweat & Tears ha detto...

Ecco quelli non li considero parassiti attaccati alla pelle, ma gatti attaccati alle palle...

Inneres Auge ha detto...

esatto, la seconda immagine è più appropriata

Blood Sweat & Tears ha detto...

ahahahahahah inneres ero sicuro che saresti stato d'accordo

Compartment C, Car 293 ha detto...

:- ))

Blood Sweat & Tears ha detto...

Bentornata mia dolcissima amica.
Mi hai fatto venir voglia di andare a prendere un altro caffè insieme :-)

Compartment C, Car 293 ha detto...

... idem :- )