lunedì 2 maggio 2011

POTUS...

POTUS address the nation tonight at 10:30 PM Eastern Time
POTUS "parla" alla nazione stanotte alle 10,30 ora della costa est.
E' così che @pfeiffer44 ha scritto su Twitter, ed è iniziato il tam tam, indiavolato. Cosa c'era di così importante da far intervenire POTUS ad un'ora così inusuale? Anche perché in "certi ambienti" POTUS è l'acronimo di: President Of The United States.
Poi POTUS ha parlato, e tutti abbiamo saputo che l'11 settembre era stato finalmente vendicato. Si, di vendetta si è trattato, lui ha parlato di "giustizia è fatta", ma giustizia andava intesa come "giustiziare". Insomma Bin Laden è stato giustiziato e di portarlo di fronte ad un Tribunale per crimini contro l'umanità non se ne è proprio parlato. Un colpo alla testa, ma un colpo di grosso calibro, tanto che gli ha fatto schizzare gli occhi fuori dalle orbite, e... giustizia è stata fatta. Certo, la foto pubblicata è un falso grossolano a cui si è ricorsi forse perché di fare foto non c'è stato il tempo, ma la notizia è certa, su Twitter ho letto la testimonianza di un Pakistano che si è trovato l'elicottero dei Navy Seals proprio sopra la testa. Rimane il fatto che io lo avrei processato, magari a bordo di una corazzata in mezzo all'oceano, giusto per essere sicuri, ma lo avrei processato, e solo poi giustiziato.

9 commenti:

Aries 51 ha detto...

Togliere la vita è orribile e deve essere condannato.
Sempre.
Anche se si parla di un passarotto.
La civiltà deve avere come prima condizione il rispetto della vita.Tutto il resto sono chiacchiere infami.

Compartment C, Car 293 ha detto...

Proprio ieri sostenevo lo stesso punto di vista in una conversazione e mi è stato risposto "certo che tu sei proprio il classico Acquario...". A me non risulta che il senso della giustizia funzioni o meno a seconda dei segni zodiacali e soprattutto trovo aberrante che uno stato, soprattutto uno stato democratico, risponda al terrorismo con un'azione che è stata concepita ed è stata portata a termine come una vera e propria esecuzione. Ovvio che con ciò non intendo affatto inneggiare al "Bin Laden Santo subito", dico solo che quello degli Stati Uniti non è stato un esempio di come si fa giustizia al mondo.

Venerdi Sushi ha detto...

@Area 51: condivido. Francamente sono inorridito nel vedere un premio nobel per la pace gongolare per la morte di quello che in definitiva era solo un uomo.

Venerdi Sushi ha detto...

@Compartment: noi due siamo sempre d'accordo...

ENZO ha detto...

Nei vostri commenti mi sembra di risentire l voce della Spinelli che in fondo dice le stesse cose su Repubblica. C'è molta ipocrisia e ignoranza: appena la sinistra ha potuto senza condizionamenti agire contro un vero nemico lo ha massacrato senza indugi. E' successo in Russia e nei paesi satelliti della Russia, è successo in Italia con Mussolini, fucilato senza processo, fucilata la sua donna e appesi a testa in giù in quel carnaio che fu p.le Loreto a Milano. Dimenticate troppo in freta e a comando. Nessuno rimpiangerà Osama e la sua fine. Il resto sono valutazioni che spariscono col vento. Enzo

Venerdi Sushi ha detto...

@Enzo: le menzogne degli sconfitti diventano crimini di guerra, le menzogne dei vincitori diventano storia.

Compartment C, Car 293 ha detto...

Enzo, le conclusioni (nonché le esecuzioni) sommarie sono sempre pericolose e spesso sbagliate.

ENZO ha detto...

Ragazzi le interpretazioni sono libere per fortuna ma i fatti lo sono molto meno. Quelli sono chiodi che ti fissano alla vita. Possiamo discutere sulla crocefissione e sui motivi che portarono Sul Golgota a non sul fatto che un uomo vi morì sopra. Personalmente penso che tutte le guerre siano un crimine e che gli esseri umani, nessuno escluso, lo siano potenzialmente tutti.
Le ideologie cosa sono se non interpretazioni complesse della realtà sociale?

Venerdi Sushi ha detto...

@Enzo: esattamente quello che ho detto nel commento precedente. Interpretazioni.