venerdì 10 giugno 2011

Referendum...

Prima che scada il termine per il silenzio referendario, voglio dire ciò che penso sui quattro quesiti. E' la prima volta che lo faccio e, considerato il tempo rimasto, anche l'ultima,
Al primo quesito, quello concernente "le modalità di affidamento e gestione dei servizi pubblici locali di rilevanza economica", dichiaro che potrei votare no, ma solo se qualcuno riuscirà a farmi capire perché mai un servizio che è chiaramente indicato come pubblico debba essere affidato a privati.
Al secondo quesito, quello concernente  la "determinazione della tariffa del servizio idrico integrato in base all’adeguata remunerazione del capitale investito", potrei anche votare no, ma solo qualcuno riuscirà a farmi capire perché dovrei remunerare, cioè permettere di guadagnare, a chi mi fornisce un servizio pubblico di prima necessità. Non bastano le tasse che già pago? Poi dovrò remunerare anche l'aria che respiro?
Al terzo quesito, quello concernente le "nuove centrali per la produzione di energia nucleare", potrei lo stesso votare no ma solo se, sempre il solito qualcuno, mi spiegasse perché mai dovrei farlo visto che ho già silurato le centrali 30 anni fa.
Infine al quarto quesito, quello "in materia di legittimo impedimento del Presidente del Consiglio dei Ministri e dei Ministri a comparire in udienza penale" potrei davvero votare no, ma solo per evitare di dover poi assistere all'ennesima legge ad personam per salvare il caimano.



AUGH!!!

3 commenti:

maria ianniciello ha detto...

Ciao, grazie per aver lasciato sul mio blog il tuo commento. Bello ed interessante questo spazio.

Monica ha detto...

e quindi....

Venerdi Sushi ha detto...

e quindi...
non lo posso dire con chiarezza per il silenzio elettorale ma credo si capisca la mia posizione ;)