lunedì 17 gennaio 2011

Che sfiga...

Scusatemi... oggi non ho molta voglia di scrivere... lo sospettavo già da parecchio, ma oggi ho avuto la definitiva certezza che la sfiga mi perseguita da quando sono nato e mi sta appiccicata addosso peggio di una cozza allo scoglio. Lupo Alberto (non Alberto Lupo, ma proprio Lupo Alberto) che di sfiga se ne intende, dice da sempre che “sfiga non caccia sfiga, anzi si somma”, e infatti le mie sfighe si sono accumulate fin da subito una sull’altra: sono nato troppo presto, sono nato troppo maschio e sono nato a troppi km (700) da Milano, più sfiga di così... . Detto questo, e premesso che se fossi nato femmina  (considerato come sono da maschio) sarei stata la più grande tr... apparsa sulla faccia della terra, se poi fossi nato a Milano e negli anni 80... ora sarei sistemato, avrei un conto in banca, un appartamento gratis a Milano 2, una agenda piena di numeri da chiamare in caso di difficoltà e probabilmente sarei assessore da qualche parte, o nella peggiore delle ipotesi, sarei una letterina, una velina, una zoccolina... no, zoccolina, no, perché sarei comunque una zoccolona, ma sistemata. 

2 commenti:

Minerva Jones ha detto...

E saresti rimbambito, non ti godresti le sfumature della bellezza della vita nel bene e nel male, saresti circondato di gente fasulla, non avresti manco più un orgasmo tanta è la noia, la mediocrità e la banalità in cui vivresti e che ti circonda. Non proveresti niente, quindi nulla ti ecciterebbe più, nulla stimolerebbe più il tuo desiderio - non avresti nulla cui 'tendere'.
E poi Milano 2 è un posto così fasullo da essere il massimo della depressione, quindi ti faresti pure di schifezze costosissime per nonpensare alla tua misera esistenza :-P
Buona serata, e goditela - visto che hai la vita, la sensibilità e le condizioni per farlo ;-)

Venerdi Sushi ha detto...

Uhm... ci penserò.